Film d’essai, laboratori, focus e approfondimenti

Dodici mesi di cinema per la città di Ravenna. E’ il progetto culturale ‘Ravenna Screen’, presentato questa mattina a Palazzo Merlato, che accompagnerà la città per tutto l’arco del 2013, da gennaio a dicembre. Un percorso in cui si incrociano tre realtà già collaudate del mondo cinematografico ravennate per dare nuova linfa alle stagioni della settima arte. Il Circolo Sogni Antonio Ricci, Ravenna Cinema e ST.ART Cinema hanno infatti unito le forze per dar vita ad un cartellone di eventi con il sostegno del Comune di Ravenna.
Un’iniziativa che si inserisce perfettamente anche nell’opera di restyling del Palazzo Congressi, futuro Palazzo del Cinema che ospiterà molti degli eventi in programma. Su questo l’assessore l’assessore alla Cultura Ouidad Bakkali ha precisato:  “Non ci interessa aggiungere uno schermo a quelli già esistenti in città ma siamo scesi in campo per offrire un progetto culturale che abbia al centro il linguaggio cinematografico”.
Gli organizzatori hanno spiegato che il dna cinematografico della città sarà preservato, con i suoi festival, rassegne ed eventi: ‘Per non morire di televisione’, ‘Mosaico d’Europa’, ‘Corti da Sogni’, ‘Rocca Cinema’, ‘Ottobre Giapponese’ e ‘Nightmare’. A questi si aggiungeranno nuovi elementi, dai laboratori nelle scuole ai focus sul cinema, dai capolavori analizzati alla moviola, ai sabato sera con i film d’essai. E proprio sul cinema di qualità a Ravenna si era recentemente concentrata la riflessione degli addetti ai lavori, anche in seguito alla chiusura dei cinema Astoria, che ospitava al suo interno rassegne e film d’essai.
“Ci siamo chiesti: c’è poco cinema di qualità a Ravenna? – ha aggiunto Alberto Achilli, dell’Ufficio Cinema del Comune -. La risposta è no, ci siamo accorti che nonostante l’esiguità del nostro ufficio potevamo contare su tutta una serie di collaborazioni con chi opera nel settore che andavano solo ‘messe in fila’ ed ecco nato Ravenna Screen”.