In programma da venerdì 1 luglio a domenica 3 luglio a Ravenna e a marina di Ravenna, l’iniziativa proseguirà fino a fine mese con la mostra con dal titolo “Nella contea di Coconino”

Le tre giornate del “Coconino fest”, diviso tra la mostra dal titolo “Nella contea di Coconino”, in programma nella sempre affollata sala conferenze di palazzo Rasponi dalle Teste di Ravenna, e tra una divertente e apprezzata serata al bagno Hana-bi di Marina di Ravenna che, alla Notte rosa, ha aggiunto alla i colori del cinema, della musica da ballare e dei fumetti realizzati dal vivo in live painting, hanno fatto registrare più di mille visitatori, come affermato in una nota.

Questo il bilancio conclusivo della prima edizione del “Coconino fest”, il nuovo festival del fumetto realizzato dalla casa editrice “Coconino press–Fandango”, in compartecipazione con l’assessorato alla cultura del comune di Ravenna, che, da venerdì 1 luglio a domenica 3 luglio, ha sia offerto una panoramica dello stato dell’arte delle “nuvole parlanti”, sia portato in città alcuni tra gli autori più noti e più amati della casa editrice, prosegue la nota.

Fumettisti di primo piano della scena italiana e internazionale, come Gipi, Zuzu, Mara Cerri, Otto Gabos, Davide Reviati, Chiara Lagani e altri ancora, hanno presentato le loro storie disegnate dialogando con un pubblico di tutte le età, attento e partecipe, che ha avuto modo sia di conoscere da vicino le dinamiche della creazione di una storia a fumetti, sia di rendersi conto delle molteplici possibilità del linguaggio del graphic novel. Dal manga italo-giapponese di Vincenzo Filosa, infatti, si è passati alla biografia storico-sportiva di Lorena Canottiere, per poi terminare con l’incontro tra musica e fumetto nelle canzoni di Giovanni Truppi, protagonista, anche di un applauditissimo mini–concerto, disegnate da autori come Fulvio Risuleo, Antonio Pronostico, Cristina Portolano e Pietro Scarnera, continua la nota.

Anche la mostra dal titolo “Nella contea di Coconino” e visitabile gratuitamente, a palazzo Rasponi dalle Teste di Ravenna, fino a domenica 31 luglio, è stata molto apprezzata. L’esposizione, infatti, è stata un’occasione unica per ammirare, da vicino, le tavole originali e i disegni di un maestro del fumetto come Altan, e di altri cinque autori di primo piano come Davide Reviati, Mara Cerri, Otto Gabos, Vincenzo Filosa e Zuzu. Inoltre, per coloro che hanno visitato la mostra, esibendo il biglietto gratuito ricevuto a palazzo Rasponi, potranno entrare al Mar di Ravenna pagando il biglietto ridotto, del costo di 3€, conclude la nota.

Fabio Sbaraglia, assessore alla cultura del comune di Ravenna, ha così commentato la prima edizione del “Coconino fest”: “Siamo estremamente felici e orgogliosi del grande successo che ‘Coconino fest’ ha riscosso. Per tre giorni la città è stata attraversata dall’energia, dall’immaginazione e dalla creatività sia dei suoi autori che di tutta la grande famiglia di ‘Coconino’. Non possiamo che ringraziare la casa editrice per aver scelto la nostra città per far debuttare il suo festival. Siamo convinti che, questa collaborazione, possa avere ancora ampi margini di crescita e di coinvolgimento per la città, e saremo felici di poter rinnovare anche per il futuro il rapporto che abbiamo avviato con questa prima edizione”, ha concluso Sbaraglia.

Anche Ilaria Bonaccorsi Gardini, editrice della casa “Coconino press–Fandango”, si è espressa in merito all’iniziativa svoltasi a Ravenna e a Marina di Ravenna da venerdì 1 luglio a domenica 3 luglio: “La cosa più bella è che, in questi tre giorni di festa, ‘Coconino press’ si è sentita a casa. Al di là del grande successo di pubblico e di bellezza degli incontri tra autori stessi e tra autori e lettori appassionati, quello che ha segnato la storia di ‘Coconino’ è, senza dubbio, la sensazione di avere trovato una casa bellissima e piena di persone speciali. E per questo, non posso che ringraziare, ancora una volta, tutta la città di Ravenna, il suo sindaco, Fabio Sbaraglia, l’assessore alla cultura, che, per primo, ci ha lanciato la sfida, e, poi, tutte le istituzioni, tutti i luoghi e tutte le persone coinvolte. Grazie davvero. ‘Coconino fest’ tornerà ancora più bello prestissimo!”, ha concluso la Bonaccorsi Gardini.